"Consorzio Terre Alte - Soc. Coop." Turismo Ambientale – Mobilità Sostenibile – Centri Educazione Ambientale Marche, Toscana e Romagna
 

CENTRO COORDINAMENTO dei CEA del Consorzio Terre Alte

Via Pianacce 1
Comune di Acqualagna (PU)
Tel 0721.700226 / 226
E-Mail cea@labter.com
 

Il Centro Coordinamento organizzato dal Consorzio Terre Alte, operante in Provincia di Pesaro-Urbino dal 1991, è un servizio permanente di promozione e sviluppo di attività di studio, ricerca, educazione e divulgazione applicate alle tematiche ambientali; a tal scopo si propone come punto di riferimento in cui organizzare attività indirizzate a figure specifiche, quali studenti e docenti dei diversi livelli scolastici, educatori ed operatori extra-scolastici, enti locali, associazioni ed ogni altro tipo di utenza.

Finalità principale del Centro è quella di diffondere le politiche legate alla sostenibilità ambientale solidale e partecipata tramite iniziative, progetti, azioni fondati su un modello che “promuova nell’individuo atteggiamenti e comportamenti consapevoli e responsabili verso l’ambiente.”(Circolare Ministero Pubblica Istruzione n° 149 del 17 aprile 1996 “ Documento orientativo sull’Educazione Ambientale”).
Le attività di educazione ambientale proposte, traggono apporti dalla ricerca scientifica sia ecologico ambientale che umanistica (pedagogia, psicologia, sociologia, antropologia, economia...), sono in grado di offrire all’individuo opportuni stimoli per lo sviluppo di una percezione dell’ambiente finalizzata allo stabilirsi di un comportamento equilibrato verso l’ambiente naturale ed umano, a fondamento di una corretta programmazione e gestione dell’ambiente stesso, indirizzate all’affermazione di una nuova cultura basata sullo sviluppo sostenibile solidale e partecipato.

Il centro si propone sia come “sportello didattico” in grado di fornire iniziative e servizi educativi a diversi settori sociali, sia come sportello di promozione di un nuovo tipo di economia delle aree interne, basata sull’integrazione delle risorse ambientali, agricole, turistiche, sociali e culturali; tali risorse, correttamente integrate ed adeguatamente utilizzate, possono favorire un nuovo modello di sviluppo basato sul corretto e consapevole utilizzo del territorio.

La Riserva Naturale Statale della Gola del Furlo, Parco Naturale del Bosco di Tecchie, il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e il Parco Interegionale del Sasso Simone e Simoncello forniscono lo stimolo per realizzare un progetto territoriale che vuole coniugare lo sviluppo sociale ed economico delle aree interne della regione Marche, Tosca e Emilia Romagna con la salvaguardia delle risorse endogene: naturali, culturali, agricole, imprenditoriali, ecc. …

La nostra intenzione è quella di far sviluppare sul territorio degli esempi significativi di corretto rapporto tra gli elementi naturali e quelli socio economici.
Poiché lo sviluppo economico dipende dallo stock di risorse naturali di un’area, mantenerne la riproducibilità rappresenta la chiave per la sostenibilità.
Inoltre, lo sviluppo sostenibile può essere pensato e realizzato solo tramite la partecipazione della società locale andando alla ricerca ed al mantenimento della cultura e delle tradizioni della gente tenendo conto dei suoi particolari problemi e potenzialità per arrivare ad un potenziamento delle attività imprenditoriali.
Da ciò consegue che è necessario un approccio globale e preventivo; non sarà perciò sufficiente una buona normativa, ma occorreranno anche volontà politica e capacità culturale di convincere le popolazioni verso la costruzione di nuovi stili di vita.
Alla luce di questo è chiaro che lo sviluppo sostenibile è un obiettivo raggiungibile attraverso l’integrazione di strategie diverse (tecnologiche, economiche, legislative, educative) condotte da soggetti diversi (istituzioni, organismi culturali e formativi, enti di ricerca e controllo).
La strategia educativa quindi è una delle strategie dello sviluppo sostenibile e consiste nella consapevolezza diffusa che solo un profondo mutamento culturale renderà possibile lo sviluppo sostenibile e il più efficace strumento di questo mutamento è l’educazione.

Queste sono le competenze del Centro:

Area didattico educativa
Progettazione di programmi didattici;
Consulenza professionale su tematiche di educazione ambientale ;
Progetti editoriali;
Progetti multimediali;
Organizzazione di conferenze e convegni;
Allestimento di mostre didattiche e divulgative;
Sportello Informativo.

Area di valorizzazione dell’economia integrata
Sportello di consulenza sulle politiche sociali ed ambientali;
Sportello o di consulenza sulle tematiche dello sviluppo sostenibile;
Risanamento e restauro ambientale;
Polo formativo.

Area valorizzazione delle risorse turistiche
Agenzia per lo sviluppo del turismo sociale;
Itineroteca;
Benvenuto in Appennino;
Camminare in Appennino.

Area studi e ricerche
Centro di documentazione sulla fauna e sulla flora
Centro di documentazione geo-paleontologico
PROPOSTE DI SOGGIORNI
 

"Consorzio Terre Alte - Soc. Coop."
Turismo Ambientale – Mobilità Sostenibile – Centri Educazione Ambientale Marche, Toscana e Romagna
E- Mail:
cea@labter.com / prenotazioni@lamacina.it
Casella PEC:
certificata@pec.consorzioterrealte.it

Via Pianacce, 1 - Acqualagna (PU) tel. 0721 700226/226 Fax 0721 700226